Passo Monte Croce Carnico e la Prima Guerra Mondiale

 
 
G
M
T
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Text-to-speech function is limited to 200 characters
 
[removed]
 
Options : History : Feedback : Donate Close

La “Traversata Carnica” è l'unica parte dell’attuale Austria, che faceva parte del cosiddetto fronte sud-ovest durante la prima guerra mondiale.


Numerose caverne, resti di rifugi e trincee ci ricordano ancora le sofferenze subite dai soldati da entrambe le parti.


L' Associazione Amici delle Dolomiti (Dolomitenfreunde) e i suoi volontari hanno creato un museo all' aperto che ogni anno attira migliaia di visitatori.

 
 
G
M
T
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Text-to-speech function is limited to 200 characters
 
[removed]
 
Options : History : Feedback : Donate Close

1. La Malga (“Hausalm”), ex caseificio completamente distrutto nel corso dei combattimenti e ricostruito nel dopoguerra, non solo serve da alloggio per gli amici delle Dolomiti, ma è anche il punto di partenza di una storica funivia che, secondo i piani originari del I secolo, è anche il punto di partenza di una funivia. Fu costruito dopo la seconda guerra mondiale.

2. Il MG-Nose (“MG-Naseè facilmente raggiungibile dalla nostra pensione ed è una destinazione ideale per gli alpinisti meno esperti. Fa parte della prima linea ed è stato utilizzato per bloccare il passaggio del blocco.

3. Il tunnel di Cellon (“Cellon-Stollen) fu costruito dalle truppe austro-ungariche per rifornire di materiale le truppe dispiegate sulla spalla di Cellon.

4.  La maggior parte del museo all’aperto è rappresentata dalle fortificazioni restaurate sul Pal Piccolo (Kleinen Pal”). Qui il visitatore ha l impressione reale di ciò che i soldati su entrambi i lati del fronte hanno dovuto sopportare e soffrire.